News

Il 6 maggio le comunità arbëreshë ricordano la nascita di Giorgio Castriota Skanderbeg

Il 6 maggio è il giorno in cui in Albania si ricorda la data di nascita dell’eroe nazionale Giorgio Castriota Skanderbeg, il condottiero che guidò la resistenza albanese bloccando per 25 anni l’avanzata dei turchi-ottomani verso l’Europa. Il 6 maggio 1405, infatti, secondo alcune tradizioni consolidate nasceva Gjergj Kastrioti, il cui legame con la Puglia è ancora oggi molto forte. Giorgio Castriota Skanderbeg tra il 1461 e il 1470 vi si stabilì una numerosa comunità di albanesi, giunti in Puglia al seguito al condottiero intervenuto a sostegno di Ferrante I d’Aragona contro Giovanni d’Angiò. L’impronta albanese è tuttora viva nella lingua e nella cultura locale. Lo sanno bene nei comuni di Casalvecchio di Puglia e di Chieuti, in provincia di Foggia, in cui sono ancora vive la lingua e la cultura arbëreshë.


I due centri furono fondati nel XV secolo dagli immigrati albanesi ben accolti dai sovrani aragonesi del Regno di Napoli, grazie ai rapporti fraterni che li legavano al valoroso capo della lega dei kapedan albanesi, Giorgio Castriota Skanderbeg. Fu l’invasione della Grecia da parte dei Turchi Ottomani nel XV secolo che costrinse molti Arbëreshë ad emigrare nelle isole sotto il controllo di Venezia e in Italia meridionale. I centri arbëreshë d’Italia, come Casalvecchio di Puglia e Chieuti, da allora, hanno conservato i costumi e la lingua arcaici.

Nessun commento presente

Lascia un commento