News

A Casalvecchio di Puglia arriva il film ‘Il codice albanese’, la storia degli ebrei salvati in Albania

Passerà anche da da Casalvecchio di Puglia, sabato 29 febbraio, il tour delle proiezioni in Italia del il film documentario ‘The Albanian code’ (‘Il codice albanese’), girato in inglese e sottotitolato in Italiano, prodotto dalla Katzir Production di Yael Katzir e Gady Castel per la Claims Conference. Dopo le tappe di San Marzano di Taranto (25 febbraio), di Poggiardo (LE, il 26 febbraio), di Lecce (27 febbraio), di Brindisi (28 febbraio), di Nardò (28 febbraio), a fine mese sarà la voltà della comunità arbëreshe dei Monti Dauni, in provincia di Foggia.

La pellicola racconta come, in osservanza alla ‘Besa’ – un codice di onore, ospitalità e rispetto della parola data, radicato nella cultura albanese – nessuno degli Ebrei che si trovava sul suolo albanese o che si rifugiò nel Paese delle Aquile venne consegnato ai nazisti. Oltre 2.000 ebrei, secondo stime attendibili, furono così e salvati da morte sicura. La popolazione albanese e le autorità civili, nascosero e protessero anche decine di migliaia fra soldati italiani che avevano lasciato l’esercito e profughi provenienti da altri Paesi. Il docufilm sarà presentato a Roma per la prima volta in Italia, il 24 febbraio alle ore 19,nella Sala della Discoteca di Stato. L’evento e il successivo tour sono stati organizzati in collaborazione dalla Integra onlus (l’associazione presieduta da Klodiana Cuka che ha finanziato la sottotitolazione in italiano), Lega Italiana dei Diritti dell’Uomo, Integra solidale, Ambasciata dell’Albania a Roma, associazione culturale Ipathia, TMP, Meditinere, PoloBiblo Museale Regione Puglia, Ministero Cultura Albanese, Accademia della Minerva.

Nessun commento presente

Lascia un commento