Faeto / Corso di lingua Francoprovenzale

10 studenti

Il faetano “doc” si esprime e pensa, ancora oggi, in francoprovenzale, nella lingua dei padri fondatori, quella lingua che ha appreso col latte materno, che ha succhiato insieme al latte materno, quando le prime parole sapevano di nenie e di racconti impregnati dei toni affettivi più intimi e familiari. E anche se almeno dagli anni scolastici ha dovuto continuamente confrontare i propri modelli linguistici con altri, in primis con il modello della lingua nazionale, in un incontro-scontro che a un certo punto è parso propendere a favore della dominanza dell’italiano sulla lingua madre, in realtà per il faetano il riflettere o comunicare in francoprovenzale non è mai stata una semplice “interferenza”: il francoprovenzale è nelle sue viscere, nel suo DNA, perché appunto è stato il primo modello che ha incontrato per acquisire, con la consapevolezza linguistica, la consapevolezza di sé, nel momento in cui, nel lento processo di autocoscienza e crescita dell’infante, il linguaggio assume il ruolo di mediatore tra il sé e il mondo.

 

  • LA LINGUA FRANCOPROVENZALE

    Elenco lezioni

  • Modulo 1
  • Modulo 2
Gratis
Nessun commento presente

Lascia un commento