Introduzione
  Origini
  Economia
  Tradizioni
  Usanze gastronomiche
  Feste, fiere e manifestazioni
  Monumenti e beni culturali
  Informazioni
INTRODUZIONE

Su una collina salubre dei Monti Dauni a circa 450-490m. s.l.m., in posizione di equidistanza tra Casalnuovo M.ro a Castelnuovo della Daunia, sorge Casalvecchio di Puglia, un centro agricolo di 2026 abitanti. Confina con l'agro di Torremaggiore, Castelnuovo della Daunia, Pietramontecorvina e Casalnuovo M.ro gode di un clima mite con inverni non molto rigidi e piovosi ed estati calde alquanto lunghe.

Anche se dista qualche decina di chilometri dal mare Adriatico, nel quale si possono scorgere anche le Isole Tremiti ed il vicino Gargano nelle giornate serene e prive di foschia, il centro abitato di Casalvecchio di Puglia risente beneficamente della sua influenza, tanto che d'estate l'aria si rinfresca e rende dolce il soggiorno di molti turisti ed emigranti che tornano in agosto per trascorrere nel luogo natio un periodo di riposo e di ferie.

Il suo territorio ha una superficie montana di Ha 531, ove vegetano le latifoglie decidue con una dominanza della quercia e di particolari roverelle, del cerro e del leccio ed anche dell'acero montano. L'aumento della popolazione ha portato con sé l'espansione del centro abitato, che ha visto sorgere moltissime abitazioni, che per estensione hanno superato il vecchio centro fondato dagli Albanesi.
Anche i criteri urbanistici sono cambiati: nella parte antica del paese vi sono strade molto strette, in quella più recente le strade sono più larghe ed il Corso Principale, dedicato a Giorgio Kastriota Skanderbeg è abbastanza ampio, con larghi marciapiedi e piante ornamentali.
Ai sensi della L. 482/99 in materia di tutela delle minoranze linguistiche
Progetto | Sportello linguistico | Download | Link